Skip to main content
Umbria: ancora primati negativi per la mobilità, 4a in Italia per numero di auto procapite.
É del tutto evidente che uno dei problemi principali è la totale mancanza di trasporto pubblico soprattutto su ferro.
L’attuale maggioranza di destra continua a promuovere vecchi schemi che obbligano le famiglie a dover avere un alto numero di mezzi per sopperire ad un’alta percentuale di spostamenti.
È necessario dare un’alternativa concreta che rappresenti un vero servizio ai cittadini, che possa dare risposte utili agli spostamenti quotidiani.
È doveroso progettare una mobilità sostenibile e versatile che vada incontro alle esigenze dei cittadini, solo così potremmo diminuire il traffico e mitigare l’inquinamento atmosferico.