Superbonus, fino al 2025 in aree colpite dal sisma

Superbonus, fino al 2025 in aree colpite dal sisma

Buone notizie nell’area del cratere sismico di Umbria, Marche e Abruzzo. Con la manovra arriva la proroga del Superbonus fino al 2025 per gli interventi edilizi nelle aree colpite dal terremoto negli ultimi anni. Lo prevede un emendamento alla manovra approvato dalla commissione Bilancio del Senato, che consente la detrazione del 110% per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2025 per gli interventi nei territori dei Comuni colpiti dagli eventi sismici.

La misura prevede lo stanziamento di 300 mila euro per il 2022, 9 milioni per il 2023, 41,2 milioni per il 2024, 96,7 milioni per il 2025, 145,1 per il 2026, 124,4 per il 2027, 86 per il 2028, 29,4 per il 2029 e 600 mila euro per il 2030. Si tratta di cifre importanti che insieme al pacchetto di norme presentate dal Movimento 5 Stelle per il cratere sismico 2016 – 2017, consentiranno il rilancio economico di questi territori.