Su Radiologia e primo soccorso a Città della Pieve la Lega è confusa

“Apprendo dai giornali locali che il senatore della Lega Briziarelli bacchetta la sua stessa maggioranza in Regione”

“Una situazione, quella della carenza di personale, che appare oramai insostenibile e che purtroppo ritroviamo in altre realtà della sanità umbra. Mi domando come mai il senatore non si batta anche per tutti i tagli e i reparti a rischio chiusura negli ospedali della regione, dal capoluogo fino a Terni.
Inoltre, l’anomalia è che il responsabile enti locali della lega Umbria chieda alla stessa Lega che guida la Regione Umbria di non fare tagli come aveva promesso agli umbri in campagna elettorale.
Una situazione alquanto imbarazzante per il partito leghista.
Se questo non bastasse, l’assessore regionale alla Sanità ha affermato che gli orari delle visite saranno prolungate perciò è del tutto evidente che la Lega in Umbria è un po confusa sulle politiche riguardo la sanità. A tagliare i servizi sono capaci tutti, non c’è bisogno del “super assessore” Coletto, addirittura fatto calare dal Veneto leghista.
I cittadini non hanno bisogno di annunci – conclude la senatrice – ma di certezze e di servizi per la loro salute. Un tema che ahimè torna ancora una volta in maniera preponderante dopo gli scandali per le varie indagini in corso per l’emergenza Covid-19”.

Emma Pavanelli
Senatrice M5s