Skip to main content
In queste ore in cui si parla con giusta enfasi delle doverose quanto tardive dimissioni del sottosegretario #Sgarbi, sta piombando ancora di più nel dimenticatoio il vergognoso caso della ministra #Santanchè.
Sui giornali continuano ad emergere nuovi guai per la galassia Visibilia, ma a questo penseranno i magistrati. Quel che è grave è la coltre di omertà con cui Meloni ha avvolto la vicenda della sua ministra del Turismo, forse dovuta all’imbarazzo per le palesi menzogne raccontate dalla stessa in Parlamento e quindi ai cittadini italiani.
Noi siamo convinti che chi ha sfruttato la cassa integrazione Covid per il proprio tornaconto, facendosi beffe dei lavoratori, non può continuare a sedere beatamente in Consiglio dei Ministri.
Il passo indietro, che anche qui arriverebbe più che tardivo tra bilanci falsati e Tfr intascati, sarebbe l’opzione più auspicabile. Magari accompagnato da qualche parola della presidente del Consiglio.