“Reddito di cittadinanza strumento essenziale nell’emergenza da coronavirus”

“Reddito di cittadinanza strumento essenziale nell’emergenza da coronavirus”

“Da quando è scoppiata l’emergenza Covid-19 si chiede di aiutare chi è rimasto senza lavoro e senza pensione, ossia ciò per cui è nato il reddito di cittadinanza tanto criticato confermando, oggi più che mai, la validità di avere questo tipo di strumento contro la povertà”.

Lo ha dichiarato la senatrice umbra del M5S Emma Pavanelli.

“In Umbria – continua la senatrice – da aprile 2019 ad oggi, sono quasi 12mila coloro che stanno ricevendo il reddito di cittadinanza. Per i cittadini che non hanno alcun tipo di aiuto ma che hanno difficoltà a fare la spesa, il Governo per l’Umbria ha stanziato 5,5 milioni di euro in forma di buoni spesa o pacchi alimentari, la cui gestione è affidata ai Comuni.

In quest’ottica, il reddito di cittadinanza si è rivelato molto utile essendo uno strumento già operativo, con risorse programmate e disponibili, altrimenti il Governo avrebbe dovuto trovare in emergenza lo stanziamento di più fondi in aiuto dei bisognosi senza soldi per fare la spesa.

Nei prossimi giorni arriveranno nuovi interventi per dare liquidità alle imprese e ai cittadini stremati dall’emergenza sanitaria in atto”.