Skip to main content
Dopo il disastroso dl Energia, il governo Meloni prosegue la sua crociata contro ogni opportunità in grado di favorire una transizione ecologica ed energetica attesa da troppo tempo nel nostro Paese.
Con il Piano Mattei la maggioranza mette le mani nel Fondo per il clima per andare a finanziare un piano predatorio che considera l’utilizzo delle risorse come petrolio e gas.
Altro che sviluppo sostenibile, l’obiettivo è mettere in atto uno sfruttamento delle risorse naturali africane.
Alla faccia dell’impatto climatico e delle conseguenze legate all’impiego delle energie fossili che questo governo continua a favorire. Invece di puntare su energie sostenibili e destinare le risorse a provvedimenti capaci di guardare al futuro, il centrodestra continua a inseguire progetti che non fanno gli interessi del nostro Paese.
Una strada esiste, ed è la transizione energetica, con investimenti massicci nelle rinnovabili, che potrebbe promuovere maggiore stabilità anche sotto il profilo economico e delle condizioni di vita. È sotto gli occhi di tutti, tranne del governo Meloni che rema contro chi dovrebbe difendere.