Appello ai rettori umbri in aiuto di studenti e professori in fuga dall’Afghanistan

 

Serve un’azione congiunta di supporto da parte delle istituzioni, non possiamo rimanere indifferenti davanti alla drammatica emergenza umanitaria in Afghanistan. Ecco perché nelle scorse ore ho inviato una lettera ai rettori dell’Università di Perugia, dell’Università per Stranieri e dell’Accademia di Belle Arti chiedendo loro di accogliere studentesse e visiting professors nelle nostre università.
Sulla scia di un’azione simile promossa dalla sindaca Raggi, già l’Accademia di Belle Arti di Roma ha accolto il suo appello, istituendo ulteriori borse di studio per le studentesse e gli studenti di Kabul e alcune posizioni di Visiting Prof. Nei giorni scorsi ho fatto un appello rivolgendomi ai sindaci dell’Umbria affinché mettano in campo iniziative a favore delle tante persone che in Afghanistan attendono un aiuto.

Oltre alla mia richiesta per accogliere profughi, inoltre, ai rettori ho dato la mia disponibilità ad aiutare fattivamente la loro azione.
Mi auguro che questo mio appello veda presto il coinvolgimento di tutte le istituzioni umbre e dei miei colleghi parlamentari.