Ambiente, 40 milioni di euro per chi lavora nelle zone economiche ambientali

Ambiente, 40 milioni di euro per chi lavora nelle zone economiche ambientali

Quaranta milioni di euro di contributi straordinari per le Zea, (zone economiche ambientali), ovvero le aree che coincidono con i territori dei parchi nazionali, istituite dalla legge clima a fine 2019. In Umbria, ad esempio, potranno accedere ai benefici fiscali e ai finanziamenti previsti le micro e piccole imprese, le attività di guida escursionistica, le guide dei parchi che hanno una sede operativa all’interno del Parco Nazionale dei Monti Sibillini che hanno sofferto una riduzione del fatturato.

Il contributo straordinario è cumulabile, nel tetto massimo della perdita subita, con le indennità e le agevolazioni, anche finanziarie, emanate a livello nazionale per fronteggiare la crisi economico-finanziaria causata dall’emergenza sanitaria Covid,  comprese le indennità erogate dall’Inps.

La domanda per accedere al contributo dovrà essere presentata dal 15 febbraio al 15 marzo, qui il link al bando: https://www.minambiente.it/bandi/bando-il-contributo-straordinario-nelle-zea

Una spinta  per agevolare l’economia dei territori che ricadono nei parchi, incoraggiando a vivere, lavorare e investire nei parchi, il nostro capitale naturale da tutelare e valorizzare.